Foligno romanaL’insieme dei ritrovamenti del passato (aree edificate e i resti di un anfiteatro, tratti viari, sistemi di canalizzazione di carattere verosimilmente pubblico, iscrizioni onorarie), la collocazione lungo il ramo orientale della via Flaminia e le fonti antiquarie orientano ad individuare il sito della città romana di Fulginiae nella zona di Santa Maria in Campis.

Non lontano da tale area sono state recuperate anche le uniche testimonianze riferibil allo spazio pubblico per eccellenza di ogni città romana: le lastre con iscrizione bronzea menzionante la carica del quattuorvir quinquennalis.che rivestivano, un tempo, il foro e che sono ora conservate presso il Museo della città di Palazzo Trinci.

Di recente, nuovi dati si sono aggiunti a seguito di studi e approfondimenti dedicati all’area e ai resti dell’anfiteatro; importanti ritrovamenti ancora in corso di studio sono emersi a seguito dei sondaggi preventivi predisposti dalla Soprintendenza Archeologia, 

Belle arti e Paesaggio dell’Umbria in occasione della realizzazione del Piano attuativo di iniziativa pubblica in variante al PRG ’97e quindi del Parco archeologico, cimitero centrale, quartiere Flaminio (INACasa) del Comune di Foligno, confermando la collocazione del centro urbano di Fulginiae in questa zona.Ciò premesso,

 IL PROGETTO DI STUDIO prevede:il riesame della documentazione antiquaria e archivistica riguardante Fulginiae;lo spoglio degli archivi (documentale, cartografico e fotografico) della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria;lo studio dei reperti provenienti dagli scavi del passato e conservati nei depositi della Soprintendenza e in quelli comunali;l’elaborazione/aggiornamento delle planimetrie dell’area archeologica;la presentazione e pubblicazione dei risultati delle ricerche (CONFERENZA CON PROIEZIONE IMMAGINI e.PICCOLO VOLUME / BROCHURE ).